closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La storia in forma di agili biografie

Medioevo. Un percorso di letture fra le vite di Teodorico, Boezio, Roberto d'Angiò e il re di Norvegia Sigurd Magnusson

Palatium di Teodorico, sant'Apollinare Nuovo, Ravenna

Palatium di Teodorico, sant'Apollinare Nuovo, Ravenna

Non importa quanto la storiografia sia mutata in questi ultimi decenni: la biografia resta, dopo un appannamento nel corso degli anni ’60-’70 del Novecento, un genere di successo. Naturalmente il tempo non è passato invano e anche il genere biografico ha conosciuto diverse variazioni e aggiornamenti. Talvolta serve soprattutto a inquadrare un momento, che sia politico, culturale o quant’altro. È il caso del testo di Antonio Donato dedicato a Boezio. Un pensatore tardoantico e il suo mondo (Carocci, pp. 344, euro 28), che ha poco della «vera» biografia, e tanto dell’analisi di ciò per cui ricordiamo Severino Boezio: il suo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi