closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La storia fra le mura di casa

Arte urbana. Disarmante, il progetto in itinere del collettivo Funivie Veloci, che porta le immagini delle guerre e delle migrazioni direttamente nelle abitazioni dei cagliaritani. In una Regione, la Sardegna, che negli ultimi cinquant'anni è diventata la portaerei del Mediterraneo

Simone Luca Pierotti, «Naufraghi»

Simone Luca Pierotti, «Naufraghi»

C’è un’isola al centro del Mediterraneo, grande e bella: vuole il mito fondativo che sia l’impronta del piede di Dio. È la Sardegna, terra selvaggia e incontaminata nel pensiero di molti, una terra lontana, appartata e strana nell’immaginario collettivo. Spiagge bianche, mare trasparente e turchese – dicono di cristallo - e poi lunghi silenzi tra granito e querce: questo si pensa e si racconta della Sardegna. Ma le cose non stanno proprio così. Da oltre cinquant’anni, la Sardegna è la portaerei del Mediterraneo: qui ha luogo oltre il 60% del demanio militare italiano, qui hanno sede i due più grandi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.