closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La storia al contrario

Saggi. «Voci del popolo americano» di Howard Zinn, con il contributo di Anthony Arnove, pubblicato per Il Saggiatore. Gli schiavi, le donne e i nativi: una polifonia che ribalta i libri scritti dai dominatori

Sono tante le voci che costruiscono nel corso del tempo la «verità» di un popolo. Lo storico che di quel popolo scriva la storia non può ascoltarle tutte, naturalmente. Ma proprio perché scrivere implica scegliere, diventa assai significativa la scelta di quali siano le voci di cui si dà conto nella scrittura e di quelle che vengono ignorate. E nelle opzioni dei singoli storici si riflettono spesso le ideologie dominanti: per i primi decenni del Novecento, negli Stati Uniti, la storia «ufficiale» della schiavitù fu quella tramandata da bianchi razzisti, che non citavano una sola delle voci afroamericane che nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.