closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La sfera emotiva è una sorgente rivoluzionaria

Scaffale. «Tra cura e giustizia. Le passioni come risorsa sociale» di Elena Pulcini, per Bollati Boringhieri. Un'indagine filosofica sul valore politico dell’affettività

Ketty LaRocca, «Le mie parole e tu», 1974

Ketty LaRocca, «Le mie parole e tu», 1974

Occorre essere grati a Elena Pulcini per il suo Tra cura e giustizia. Le passioni come risorsa sociale, edito da Bollati Boringhieri (pp. 240, euro 19). Grati, perché non è facile, nel dibattito filosofico-politico del tempo che viviamo, non indugiare famelici sulle passioni tristi e la cattiveria senza pari dell’animale che siamo. COME SBAGLIARE, d’altronde? Non è la nostra l’epoca dell’autoritarismo neoliberale, di Trump e di Bolsonaro, di Modi e di Orbán? Risentimento, rancore, egoismo e guerra tra poveri, razzismo: il catalogo è servito. Elena Pulcini, che sul valore politico delle dinamiche affettive insiste con raffinatezza da anni, e in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi