closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La “second life” di Bassolino sulla scia di Renzi

Non c’è molto da sorprendersi per l’assist offerto da Antonio Bassolino alla scalata di Renzi alla segreteria del Pd. L’ex vicerè di Napoli infatti non aveva poi molta scelta. Abbandonato dal partito, isolato dallo stesso amico di sempre Massimo D’Alema, dicono che negli ultimi mesi fosse molto giù di corda, soprattutto dopo lo sgambetto alla candidatura di sua moglie Annamaria Carloni. Uno schiaffo che l'ex governatore non aveva preso bene: alle scorse elezioni i democrat l’avevano posizionata 14esima in lista e quindi automaticamente trombata per la rielezione al Senato. E invece quei vertici e 'verticielli' che l’avevano snobbato, lasciato solo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi