closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La scuola sciopera, Draghi e il Pd si stupiscono?

Proteste scandalose. Contro i processi di aziendalizzazione e mercificazione si sono sviluppate nelle ultime settimane le occupazioni delle scuole superiori. Si sono levate le voci di alcuni studenti che avvertono di essere diventati dei clienti e vedono il mercato invadere la scuola, con i loro docenti sempre più sfruttati e retribuiti con stipendi a cui si è proposto un aumento minimale

Draghi - come ha denunciato su questo giornale Revelli - si è detto sorpreso per lo sciopero generale di Cgil e Uil e con lui sembrano esserlo anche giornali e tv, nonché Andrea Orlando ed Enrico Letta. In realtà avrebbe dovuto sorprendere il contrario. Come sia stato possibile il declinare del conflitto sociale proprio mentre le condizioni della working class peggiorano in termini di occupazione, salari e sicurezza sul lavoro e quelle dei ceti medi si deteriorano a loro volta ma non anche a vantaggio del “proletariato”, come all’epoca dell’avvento del fascismo, bensì delle rendite e dei profitti di una...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.