closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La scritta, il fuggitivo e lo psichiatra

Habemus Corpus. Alle scritte sui muri, forma di espressione odiata dai condomini e sindaci, sono state dedicate anche mostre fotografiche e ricerche per documentare i movimenti che scorrono negli animi delle persone

La maggior parte delle volte, le scritte sui muri esprimono dichiarazioni amorose, contenziosi con un’entità terrena o divina, rabbia, frustrazione, esultanza. A questa forma di espressione odiata dai condomini e dai sindaci che poi devono pulire i muri, sono state dedicate anche mostre fotografiche e ricerche non per incentivare l’imbrattamento degli intonaci, ma per documentare i movimenti tellurici che scorrono sottotraccia negli animi delle persone. Ce n’è per tutti i gusti: Se non riesci a uscire dal tunnel, arredalo. Mamma sono Fascista! e sotto Ti abbiamo adottato. Franci ti amo per l’eternità, e se me la dai anche di più....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.