closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

La sciarada Mps agita la maggioranza

Risiko Bancario. Tornano in pista le proposte di modifiche della manovra di M5s e Leu che limitano gli incentivi fiscali per le aggregazioni bancarie. Nuovi, ulteriori ostacoli al progetto del ministro Gualtieri di riprivatizzare Mps. Messina (Intesa Sanpaolo) chiede alla politica di accelerare la fusioni bancarie, ma sul Monte dei Paschi il promesso sposo Unicredit resta freddo, giudicando l'operazione troppo complessa e non conveniente. Sindacati scettici, e anche nel Pd c'è la fronda del presidente toscano Giani.

Rocca Salimbeni, quartier generale Mps

Rocca Salimbeni, quartier generale Mps

Non c'è solo l'emendamento con la proposta di patrimoniale ad essere tornato in pista per le eventuali modifiche alla manovra economica del governo. Fra i ricorsi accettati ci sono anche quelli di Davide Zanichelli (M5s), Luca Pastorino (Leu) e Giovanni Currò (M5s), con le loro proposte di modifica che in sostanza limitano, di parecchio, gli incentivi fiscali per le aggregazioni bancarie. Tema assai caldo quest'ultimo, visto che non passa giorno senza un intervento in materia: l'ultimo ieri del numero uno di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, che ha spronato la politica ad accelerare: “Ci sono diversi soggetti sul mercato che possono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi