closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La Russia connection degli euroscettici

Neofascisti europei. Ungheresi, italiani, francesi, inglesi, greci, bulgari, belgi, austriaci nell’orbita di Putin. Guardano a Mosca come polo geopolitico della «tradizione»

Marine Le Pen e Dmitry Rogozin

Marine Le Pen e Dmitry Rogozin

L'appuntamento è ancora lontano, ma non per questo desta meno inquietudine. Il 4 e il 5 di ottobre, in occasione del Forum nazionale russo che si celebra a San Pietroburgo, l’estrema destra di tutta Europa, sono previsti oltre 1500 invitati, si riunirà con i vertici della Russia per creare un "coordinamento permanente". Una sorta di "komintern dei nazionalisti bianchi", secondo Le Monde che ha reso nota la notizia. Un segnale che si aggiunge a molti altri e che ha spinto più di un commentatore internazionale a chiedersi se tra i vincitori delle recenti elezioni europee non ci sia stato anche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi