closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La rivoluzione silenziosa dei gay

Il Cairo. I ragazzi del bar Borsa e gli incontri omosex tra cinema e hamman. Ogni tentativo di organizzare un gay pride a piazza Tahrir è stato un flop

Tahrir ha raccolto le rivendicazioni di tutti gli emarginati della società egiziana: dalle donne ai migranti, dai tifosi di calcio ai poveri, dai lavoratori ai venditori ambulanti. Ma all’incrocio di piazza Tahrir con via Talaat Harb, all’angolo della fermata della metro Sadat e sui cancelli di fronte al fast food Kfc, si svolge un’altra silenziosa rivoluzione. Si raccolgono qui durante le manifestazioni o in normali giorni di lavoro gruppi di giovani omosessuali. «Passo qui i miei lunedì pomeriggio, spesso incontro amici con cui trascorro la serata, non mi sento a mio agio con la mia famiglia e i miei coetanei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.