closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La retorica latina non è da tribunale

Studi classici. Intervista a Giusto Traina, docente di Storia romana alla Sorbona. «A differenza della "caccia allo schiavista" ingaggiata da Princeton, che è un falso problema, l’eccesso di specializzazione è invece una questione seria». «Calenda e il museo unico? La vera questione è che archeologi e storici sono assenti dagli allestimenti».

Particolare musivo della Villa romana del Casale, piazza Armerina (IV sec d.C)

Particolare musivo della Villa romana del Casale, piazza Armerina (IV sec d.C)

Dai programmi scolastici europei che vorrebbero eliminare le lingue antiche per dare più spazio alle discipline scientifiche e tecniche, alle università americane che «accusano» Omero di fomentare razzismo ed esclusione sociale, lo spauracchio della scomparsa degli studi classici è al centro di dibattiti riportati di continuo all’attualità. Ne abbiamo parlato con Giusto Traina, professore di Storia romana alla Sorbona di Parigi, autore - oltre che di numerose pubblicazioni accademiche - anche di alcuni saggi divulgativi (da ultimo La Storia speciale. Perché non possiamo fare a meno degli antichi Romani, Laterza, pp. 224, euro 16). Le società contemporanee hanno ancora bisogno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.