closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La resistenza dell’arte nell’Odéon occupato

Scene in rivolta. Dal teatro parigino, simbolo del ’68, è iniziato un movimento di protesta esteso a tutta la Francia. Un’azione pacifica per creare solidarietà tra i lavoratori di ogni settore

L’occupazione dell’Odéon di Parigi,  foto di Kamila Mamadnazarbekova

L’occupazione dell’Odéon di Parigi, foto di Kamila Mamadnazarbekova

È già passata una settimana dal 4 marzo scorso, quando un comitato di lavoratori dello spettacolo ha occupato il Théâtre de l'Odéon di Parigi, sotto l'egida dei sindacati del settore, la Cgt – Spectacle e il Syndacat des cirques et des compagnes de création, ma anche della Société des réalisateurs de films e di altre federazioni del turismo e della ristorazione. Il movimento si è poi esteso ad altri luoghi d'arte, che studenti e operai hanno occupato per protestare contro l'azione del governo. Cinquantatre anni sono invece passati da quando l'Odéon, che si trova a poche centinaia di metri dalla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.