closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La Repubblica dalla Resistenza al futuro. Non fu un «pranzo di gala»

La nascita nel 1946 della Repubblica, l’elezione dell’Assemblea Costituente con il suffragio universale effettivo (con il diritto delle donne di candidarsi e votare) e la scrittura della Costituzione italiana non furono un «pranzo di gala». Ma fu il precipitato storico di una fase drammatica e decisiva della storia d’Italia iniziata con il crollo del fascismo (dopo venti anni di dittatura politica, razziale e di classe) seguita dal collasso dello Stato monarchico (dopo tre anni di guerra mondiale a fianco dei nazisti) continuata con la Resistenza e conclusa con la Liberazione. Il portato valoriale delle tre guerre combattute dalla Resistenza (Liberazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi