closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La partita europea di Salvini per uscire dall’angolo

Italia-Ue. La priorità è il titolare delle politiche Ue, «il nome c’è». Bagnai resta in pole position ma va superato lo scoglio del Colle. Possibile anche il sì della Lega a von der Leyen

Alberto Bagnai

Alberto Bagnai

Il nome del ministro per le Politiche europee, vacante dopo il passaggio di Paolo Savona alla guida della Consob, c’è. «Lo abbiamo proposto a Conte, aspetto l’ok. Noi siamo pronti», annuncia Matteo Salvini senza svelare quale sia il nome del papabile. Forse perché i nomi sono in realtà due. In pole position c’è Alberto Bagnai, l’economista No Euro che è oggi presidente della commissione Finanze del Senato: fosse per Salvini il prossimo ministro sarebbe senza dubbio lui. Resta però da superare lo scoglio del Quirinale, che potrebbe avanzare obiezioni simili a quelle che, al momento della formazione del governo, sbarrarono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.