closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La nuda fotografia degli Stati uniti in quel che si legge

Express. La rubrica della cultura che fa il giro del mondo

I libri che leggiamo sono in qualche modo uno specchio della nostra personalità? È da questa domanda che in sostanza prende avvio il recentissimo Leggere per leggere. La libertà di scegliere il libro che più ci somiglia (Salani 2021), un percorso attraverso circa cinquecento titoli per «giovani adulti» firmato dalla psicologa Rachele Bindi insieme all’Associazione Hamelin, da anni attiva nel campo dell’educazione alla lettura per l’infanzia e l’adolescenza. E in certo senso è la stessa domanda a muovere la lettrice e il lettore abituale quando mette in bella vista un volume molto amato. Ora però Jess McHugh, giornalista culturale e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi