closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La ministra, Freud e il grande furto del tempo

Scuola. Con i licei brevi, la ministra Fedeli propone l'idea nuova di scuola che conclude il processo di aziendalizzazione iniziato a metà degli anni ’90 nel senso più puramente toyotista

Manifestazione degli studenti

Manifestazione degli studenti

In un magnifico saggio degli inizi del ‘900, Freud attribuiva alcuni casi di suicidio fra i liceali viennesi, non alla famiglia o agli amici, ma alla scuola «al di sotto del proprio compito, quello di creare nei giovani il piacere di vivere e l’interesse per la vita». Viceversa la scuola costringeva invece i giovani a immergersi troppo presto nella inesorabilità della realtà «proprio in una fase psichica in cui sarebbe stato loro diritto indugiare nella crescita, giocare con la vita», avere cioè tempi lunghi, in cui maturare l’affettività, il desiderio, l’attesa di nuova e più profonda vita (il breve saggio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.