closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La maledizione dei falsi Modigliani

Il caso. Modigliani nei pasticci: la procura della Repubblica mette sotto sequestro 21 opere della mostra a Palazzo Ducale di Genova: dubbi sulla loro autenticità. Indagate tre persone, tra cui il curatore della rassegna Rudy Chiappini

Amedeo Modigliani e la compagna Jeanne Hébuterne

Amedeo Modigliani e la compagna Jeanne Hébuterne

Doveva fare un gran caldo anche quel 24 luglio del 1984 quando dal fondale melmoso del Fosso Reale di Livorno vennero pescate alcune teste che furono attribuite senza indugi a Amedeo Modigliani e che, invece, si rivelarono essere le protagoniste di una delle burle più clamorose della storia dell’arte. Da giorni si parlava di quelle sculture e si andava setacciando il fango con grande ardore: l’artista, secondo la leggenda, aveva seppellito le sue opere nel canale mediceo prima di andarsene a Parigi, stufo di essere criticato da tutti per le sue stranezze di «stile». E l’estate è ancora torrida, trentatré...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.