closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

La libertà alimentare e la lotta dei contadini indiani

Navdanya. Trent’anni di battaglie contro il libero commercio, fino alla resistenza contro le tre leggi del governo Modi che favorivano i monopoli governativi. Durata finché le norme sono state ritirate

L'India è ancora oggi riconosciuta come la civiltà rurale più antica del mondo. I contadini indiani rappresentano circa il 20-25% di tutti i contadini del mondo. Ogni lotta per la libertà dell'India è stata condotta dai piccoli agricoltori, dalla rivolta del 1857 contro la Compagnia delle Indie Orientali, alla Champaran Satyagraha del 1917 guidata da Gandhi contro la coltivazione forzata dell'indaco, alle rivolte dei contadini del Punjab nel 1984, fino all'ultima protesta dei contadini indiani, che si è protratta per oltre un anno, contro tre nuove leggi di deregolamentazione del mercato agricolo, approvate nel settembre 2020. A metà degli anni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.