closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La legge Veil compie 40 anni

Interruzione volontaria della gravidanza . Il parlamento francese vota un testo-simbolo per riaffermare il "diritto fondamentale" all'aborto. In Europa ci sono paesi dove resta illegale (Malta, Cipro) o è limitato. Anche in Francia l'offensiva reazionaria, che ha ripreso forza nella battaglia contro il matrimonio gay, rende più difficile l'applicazione della legge

La legge di depenalizzazione dell’aborto in Francia ha compiuto ieri 40 anni. Il 26 novembre ’74, la ministra della sanità, la centrista Simone Veil, ha difeso in una seduta-maratona la legge che porta il suo nome, di fronte a un’assemblea dove le donne parlamentari erano solo 9 contro 469 uomini, molti dei quali si sono distinti per interventi di rara violenza (fino ad arrivare ad accusare Simone Veil, che era stata prigioniera in un campo di concentramento e che aveva avuto la famiglia decimata, di difendere una legge “nazista”). Per celebrare questa data, che porterà alla promulgazione della legge il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.