closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La legge che «rettifica» i giornalisti

Stampa. Oggi il senato vota le norme sulla diffamazione: niente arresto, ma sanzioni pesanti

Ad appena 66 anni dal varo della prima legge repubblicana sulla diffamazione a mezzo stampa, arriva la nuova normativa. Sarà approvata oggi in via definitiva dal Senato, certamente con i voti contrari di Sel a sinistra e del Gal a destra. C’è voluta appena una decina d’anni perché la legge completasse il suo arrancante iter, giusto per dare un’idea di quanto delicata sia la faccenda. Il risultato è deludente, a tratti persino sconcertante. E’ vero, la nuova legge cancella la detenzione per i giornalisti condannati per diffamazione, e proprio così è stata infatti sbandierata dalla maggioranza e dal governo. Dal...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi