closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La guerra del Golfo nei centri commerciali

Calcio. Lo sport come prosecuzione della guerra con altri mezzi. L’ingresso dell’Arabia Saudita nei salotti buoni del football è la risposta al Qatar, dove tra quattro anni si terranno i mondiali

Lo sport come prosecuzione della guerra con altri mezzi. L’ingresso dell’Arabia Saudita ne i salotti buoni del calcio è la risposta al Qatar, dove tra quattro anni esatti si darà il calcio d’inizio dei primi Mondiali invernali della storia. Come se poi fosse quello il problema, fermare i campionati nazionali per un mese, e non la compravendita di voti che ha fatto crollare l’impero di Blatter e Platini o, ancora peggio, le migliaia di lavoratori migranti costretti in schiavitù per la costruzione dei magnifici stadi con aria condizionata che ospiteranno la competizione. Forte dell’appellativo di «riformista» – a spulciarne l’archivio,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi