closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La «grande bellezza» sì, ma della sconfitta

Scaffale. «Roma non è eterna» di Christian Raimo, per Chiarelettere. Una metropoli ipnotizzata dal mito, anche se in clandestina trasformazione

Roa, «Jumping wolf», 2014

Roa, «Jumping wolf», 2014

Una volta il mito di Roma si infrangeva contro il raccordo anulare. Una volta. Ai tempi di Accattone, ma anche di Amore tossico. Alcuni fuoriclasse come Renato Nicolini, assessore alla Cultura del Campidoglio più rimpianto, tentarono nel tempo di sovvertire le regole dell’«alto» e del «basso». Non ci riuscirono. QUANDO Walter Siti, nel 2008, fece notare che Il contagio tra centro e periferia (nella capitale, come in tutto il Paese) avveniva ormai alla rovescia - la borghesia aveva occhi solo per i costumi di borgata, li imitava, li bramava, li esibiva - Zerocalcare ancora non era «l’ultimo intellettuale». Maria De...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.