closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La gabbia dei reality fiction

Corea del Nord. Attrici e registi di Seul rapiti per fare film. E le fughe da un regime basato su insindacabili gerarchie sociali

Kim jong-il

Kim jong-il

Spesso chi si occupa di Asia rimane stupito per come vengono confezionate le informazioni sulla Corea del Nord. Bufale, notizie macabre, solitamente esecuzioni per un capriccio, vizi e stravaganze dei leader. Si tratta di una narrazione alimentata dalla stessa Corea del Nord: si sa così poco di quel paese, da pensare di potersi lanciare nei meandri più impervi della reality fiction. Tanto sarà difficile essere smentiti. Anche perché nella storia del paese sono accaduti eventi tra il grottesco e il drammatico, che giustificano la possibilità che altri eventi di questo genere possano verificarsi. Poi ci sono le storie che emergono,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.