closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La formazione di una generazione ribelle

Memoria. "La gamba del Felice" di Sergio Bianchi. Le avventure e l’ostinato rifiuto del comando in un mondo contadino trasformato nella fabbrica diffusa

Immagine tratta da

Immagine tratta da "Album fotografico" (laterza)

«Una mattina sono in pollaio a dare il pastone alle galline e sento gridare forte. Guardo giù in strada e vedo il Giacomino con la sua divisa nera da messo comunale correre su per la salita con un pacco in mano. Tutte le donne sono uscite in strada a vedere chi gridava a e anche mia madre è uscita sul balcone. Il Giacomino si è fermato davanti al mio cancello e gridava come un matto La gamba la gamba è arrivata la gamba del Felice». Inizia così il romanzo di formazione di Sergio Bianchi La gamba del felice (DeriveApprodi), che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi