closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La doppia verità nella guerra dei media

In Siria poco dopo le prime manifestazioni contro il regime di Assad è nata una doppia narrativa. Da una parte lo stato e i media pubblici controllati hanno iniziato a ignorare le proteste, dall’altra i ribelli e l’Esercito libero siriano parlavano di morte e distruzioni catastrofiche. Da quel momento è partita una doppia rappresentazione degli eventi, una doppia verità per la quale ognuno è tenuto a schierarsi per l’una o l’altra parte: i buoni o i cattivi. Lo stesso sta avvenendo in altre forme in Egitto. È in corso una distinzione nella rappresentazione degli eventi tra televisioni pubbliche e private...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi