closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La crisi d’identità di una ragazza nella provincia egiziana

Intervista. Conversazione con Ayten Amin, regista di «Souad». Il rapporto fra due sorelle

Come in As I Want di Samaher Alqadi, il punto di partenza di Souad della regista egiziana Ayten Amin è una tragedia accaduta a una persona cara, analoga a quella che sconvolge la vita della coprotagonista Rabab, sorella appena adolescente della ragazza che dà il titolo al film: Souad. «Quando andavamo a scuola una mia amica ha perso la sorella, e indagare il rapporto fra due sorelle è proprio l’idea da cui è nato il progetto di Souad», racconta Amin. «Souad» è ambientato in una cittadina di provincia egiziana, Zagazig, lontana dal Cairo che siamo abituati a vedere sul grande...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.