closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

La Corte Suprema approva la deportazione di Omar Shakir

Israele/Territori occupati. I massimi giudici israeliani hanno accolto le motivazioni del governo e messo fine alla battaglia legale che il direttore locale di Human Rights Watch, accusato di sostenere il boicottaggio di Israele, combatteva da oltre un anno.

La parola fine è stata scritta ieri. Omar Shakir, cittadino statunitense e direttore di Human Rights Watch (Hrw) in Israele e nei Territori palestinesi occupati, ha perduto davanti alla Corte suprema israeliana la battaglia legale che portava avanti con tenacia da oltre un anno contro la decisione del ministero dell’interno israeliano di deportarlo per un suo presunto sostegno al boicottaggio dello Stato ebraico. L’ultimo passo spetta al governo che ha messo fine nel 2018 al permesso di soggiorno di Shakir. Se l’esecutivo guidato da Benyamin Netanyahu approverà la sentenza della Corte suprema – e nessuno dubita che lo farà –...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.