closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

La concertazione di Draghi e Brunetta convince i sindacati

Firmata nella sala Verde di palazzo Chigi il «patto per il lavoro pubblico»: ora si comincerà a trattare sul rinnovo del contratto. Promessa classificazione professionale, formazione continua, regolamentare lo smart working con accordo sindacale. Landini, Sbarra e Bombardieri: un buon metodo e buon inizio

Il presidente del consiglio Mario Draghi saluta il segretario Cgil Maurizio Landini

Il presidente del consiglio Mario Draghi saluta il segretario Cgil Maurizio Landini

Più di metodo e per slogan, ma comunque una svolta. Già riaprire le porte della sala Verde di palazzo Chigi in questi decenni di disintermediazione è sempre un evento. Ma se a farlo sono Mario Draghi - che rivolgendosi ai sindacati rimarca «quanto tenga a questo confronto e a questo dialogo» - e Renato Brunetta per sancire un «Patto» che rilanci il ruolo del lavoro pubblico, allora pare proprio di essere davvero davanti ad un evento epocale. Ieri mattina lì è stato siglato«Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale» con i segretari generali di Cgil, Cisl e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi