closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

La causa delle frane si studia su Marte

PIANETA ROSSO. Lo smottamento della Valles Marineris interroga ciò che accade da noi. La scienziata Giulia Magnarini guida una ricerca che potrà servire per capire e proteggere la Terra. Le mega-frane si sono verificate anche sul nostro pianeta. Percorrono distanze enormi e sono molto pericolose, ma non si spiegano con la fisica classica

L’effetto di una frana sul Pianeta Rosso. Un’immagine tratta dal Mars Exploration Program della Nasa

L’effetto di una frana sul Pianeta Rosso. Un’immagine tratta dal Mars Exploration Program della Nasa

Poco sotto l’equatore di Marte c’è una frana gigantesca. La frana copre una superficie grande come Londra, circa millecinquecento chilometri quadrati. Secondo i calcoli, nello scivolare a valle la roccia dovrebbe aver raggiunto velocità pazzesche, dell’ordine dei 360 chilometri orari. Quello che rimane oggi, nel sistema di canyon marziani detto Valles Marineris, è uno smottamento percorso da enormi solchi longitudinali, lunghi decine di chilometri che corrono paralleli a centinaia di metri di distanza l’uno dall’altro. A un occhio inesperto, le immagini satellitari fanno pensare a un gigantesco campo arato. Escludendo i contadini marziani, come si è generata una frana così...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.