closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

La catastrofe del lavoro non è colpa dei robot ma della flex-insecurity

Lavoro. Con il jobs act i contratti a termine aumentati dal 62% del 2014 al 65% del 2016. Al vento 2 mld e mezzo. L’attualità della parola d’ordine lavorare meno lavorare tutti

L’abolizione dei voucher è una buona notizia per i due milioni di uomini e donne che in questi anni sono stati obbligati a lavorare subendo la totale discrezionalità dei datori di lavoro, dovendo dare in cambio una totale disponibilità di tempo. E’ una vittoria della Cgil, ma non è che l’inizio. Non si tratta di regolare meglio il mercato del lavoro, ma di indicare una alternativa ad una potente onda ideologica che da quarant’anni, mettendo insieme il «fare più con meno» (meno magazzino, meno tempo, soprattutto meno occupati stabili) del toyotismo e il «farsi imprenditori di se stessi» dei nuovi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.