closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

La brutalità israeliana attende la reazione della resistenza di Gaza

Palestina. Allarme in Israele per i razzi dalla Striscia. Hamas, da tempo silente, riprende in mano i missili. L'Autorità Palestinese chiede aiuto all'Onu

Una casa gazawi distrutta dall'aviazione israeliana

Una casa gazawi distrutta dall'aviazione israeliana

Quasi cento i razzi lanciati dalla resistenza di Gaza nella giornata di ieri, decine quelli piovuti la notte precedente. È allarme in Israele: la violenza del primo giorno di offensiva contro la popolazione gazawi, il massacro della famiglia Karawe e gli omicidi mirati contro militanti di Hamas non potranno che scatenare la reazione dei gruppi armati. Da tempo il movimento islamista tentava di impedire il lancio di missili per rispettare il cessate il fuoco del novembre 2012: un ordine che ha provocato, secondo fonti palestinesi, una rottura interna tra ufficio politico e ala armata, le Brigate al Qassam. Stavolta, però,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.