closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Kiev chiude le frontiere a est

Ucraina. Mosca protesta: «Si tratta di un’opzione contraria all’apertura del corridoio umanitario»

Checkpoint ucraino a Donetsk

Checkpoint ucraino a Donetsk

«Il messaggio più importante di questo vertice è che il G7 è unito al fianco dell'Ucraina. Abbiamo ribadito che siamo con la nuova leadership del Paese, politicamente ed economicamente». Parole di José Manuel Barroso, presidente della Commissione europea, al termine della riunione del G7. I Paesi membri hanno inoltre «mandato un messaggio risoluto alla Russia: deve riconoscere e impegnarsi a fondo con le autorità ucraine, in particolare con il presidente eletto Poroshenko. E che la Russia «deve prendere azioni concrete e credibili per allentare la tensione nelle regioni orientali dell'Ucraina. Siamo pronti a prendere ulteriori misure se necessario». Non una parola...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi