closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

James reporter dei due mondi

Le trasferte dello scrittore americano. I reportage a pagamento dall’America turistica; la serie delle «cartoline» sentimentali dall’Europa: Henry James, «In viaggio», antologia Bompiani

Saratoga Springs, New York, 1908 ca., Congress Hall and Broadway

Saratoga Springs, New York, 1908 ca., Congress Hall and Broadway

C’è chi immagina una meta di viaggio a lungo sognata senza mai subire delusioni nell’incontro con il luogo reale e chi, invece – in altri tempi –, batteva la polvere delle strade con aspettative oscillanti. A Proust bastava pronunciare il nome di un «paese» (Balbec, Venezia…) per far rivivere il «destino» che quel nome «designava», riscattarlo dall’astrazione spazio-temporale e assorbirlo nel ritmo della propria vita. Henry James fu un altro tipo di viaggiatore: più turista onnivoro con Baedeker e, soprattutto ai suoi inizi, un reporter professionista del viaggio, assoldato al mercato delle riviste. Non avrebbe avuto bisogno di trarre guadagno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi