closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Ior, arriva il nuovo presidente

Vaticano. Formalizzata la nomina di de Franssu, l'istituto ora è meno italiano. E Bergoglio prende il controllo

Jean-Baptiste de Franssu

Jean-Baptiste de Franssu

E' nato ieri il nuovo Ior di papa Bergoglio. Sarà meno italiano - dopo anni di dominio incontrastato di Bertone e dei suoi, stavolta sia nella commissione cardinalizia di vigilanza che nel board laico, dove però mancano ancora 2 nomi, non c’è nemmeno un italiano -, probabilmente più trasparente, sicuramente più efficiente. Con buona pace di chi ipotizzava, con un’ampia dose di fantasia, che papa Francesco, dopo gli scandali degli ultimi anni che hanno coinvolto lo Ior e la finanza vaticana, volesse chiuderlo. Lo Ior non solo non chiude, ma viene rafforzato. E insieme all'Istituto per le opere di religione,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi