closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Inferno al mercato: 41 morti in raid saudita

Yemen. La tregua tra Houthi e Riyadh è valida solo alla frontiera, gli scontri proseguono nel resto del paese. Il parlamento olandese chiede al governo di recepire la decisione dei parlamentari Ue di embargo militare ai Saud

Palazzi colpiti dalle bombe a Sana'a

Palazzi colpiti dalle bombe a Sana'a

Le parole di chi c’era evocano l’inferno: pezzi di corpi per la strada, sangue sul cemento e le macerie, soccorritori costretti a raccogliere arti umani in buste di plastica e coperte. Martedì pomeriggio la città di Mastaba, provincia yemenita di Hajja (controllata da mesi dal movimento ribelle Houthi), ha pianto altri 41 morti. Tutti civili: ad essere colpito è stato un mercato, affollattissimo al momento dell’attacco. Le due bombe che lo hanno devastato sono state sganciate dai jet sauditi. Il bilancio ad un giorno e mezzo dal massacro, però, non è ancora definitivo: come spiega Ali Ajlan, amministratore di uno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.