closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

«Indietro non si torna». A Roma in difesa dell’acqua pubblica

Fuori dall'acqua. A dieci anni dal referendum, ricomincia la lotta dei movimenti contro la privatizzazione

Dieci anni dopo si ricomincia. Era il 2011 quando 27 milioni di italiani decisero di cancellare con un referendum le norme che aprivano le porte ai privati nella gestione del servizio idrico pubblico. Accettare quelle normative avrebbe significato dire addio all’idea dell’acqua come un bene a disposizione di tutti favorendo i profitti delle aziende. In seguito il parlamento avrebbe dovuto varare delle leggi per rispettare quella volontà popolare che, invece, venne tradita al punto che da dicembre dello scorso anno l’acqua viene quotata in borsa. «Un passaggio che apre speculazione dei grandi capitali e all’emarginazione di territori e popolazioni», denuncia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.