closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Inciampare nella cultura è uno sport bipartisan

Il caso. Dopo la vicenda del fratello del sindaco di Napoli, è polemica per i quattro milioni alla fondazione Ravello festival presieduta da Renato Brunetta

Renato Brunetta

Renato Brunetta

Si fa presto a dire cultura. In Campania due casi stanno dimostrando come centrodestra e centrosinistra abbiano le idee confuse. Ravello festival: tra le manifestazioni più accreditate a livello internazionale, il maggior fautore negli anni ‘90 del suo successo è stato il sociologo Domenico De Masi. Il ministero nel 2009 stanziò la stessa cifra del Festival di Tagliacozzo: 30mila euro. La regione targata Bassolino ne versò 350mila. Nel 2010 Stefano Caldoro vince le elezioni, finisce l’era del sociologo per fare posto a Renato Brunetta, nominato presidente della fondazione. Tra i suoi meriti: una villa faraonica in costiera e aver fissato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.