closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

In un tempo lontano…

Letture young. Il ritorno delle fiabe da Andersen al dimenticato Babrio, passando per Colapesce e le famiglie dark

Illustrazione di Quentin Gréban

Illustrazione di Quentin Gréban

Nonostante le sue innumerevoli fobie e nevrosi, Hans Christian Andersen era un imperterrito viaggiatore. Nella bella introduzione alla autobiografia La fiaba della mia vita (Donzelli, 2015), Bruno Berni racconta che lo scrittore danese era solito portare con sé una lunga fune: in caso di incendio nell’albergo che lo ospitava, sarebbe fuggito via calandosi dalla finestra. Eppure dimostrò anche un notevole coraggio in più occasioni, nei suoi vagabondaggi. Per esempio quando si avventurò su per le pendici del Vesuvio in piena attività, guadando un fiume di lava solidificata . «Passammo su quella superficie che ci scaldava attraverso la suola degli stivali,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.