closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’indagine sul potere di Cosa Nostra si compie in un gioco di specchi

Mafia e politica. «Nient’altro che la verità» di Michele Santoro, edito da Marsilio. Attraverso la biografia di Maurizio Avola, ex membro della famiglia Santapaola, in seguito collaboratore di giustizia, l'autore riesce a ricostruire sia la struttura che le finalità e i rapporti col mondo legale della mafia siciliana

Il quartiere palermitano di Brancaccio

Il quartiere palermitano di Brancaccio

Negli ultimi anni, l’interesse scientifico e divulgativo sulle mafie, si è concentrato soprattutto sulle camorre campane e sulla ‘ndrangheta calabrese. E che fine ha fatto Cosa Nostra? È una domanda legittima, perché l’organizzazione criminale siciliana, che fino al 1992 sembrava invincibile, adesso viene relegata ai margini delle cronache nazionali e internazionali. Michele Santoro, nel suo libro Nient’altro che la verità (Marsilio, pp. 402, euro 18), scritto con la collaborazione di Guido Ruotolo, sceglie di andare controcorrente, svolgendo una genealogia contemporanea di Cosa Nostra. Santoro adotta, supponiamo inconsapevolmente, una metodologia scientifica che ricalca quella della Scuola di Chicago, ovvero la storia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.