closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Imputabilità penale e disturbo mentale, avanti con la riforma

Fuoriluogo. Se si pone l’alterazione psichica a movente del reato, si riconduce la violenza nell’ambito unicamente individuale, cancellando la importante componente sistemica

In Francia è sotto accusa la legge che stabilisce la non responsabilità penale per autori di reato che abbiano agito in condizioni di incapacità di intendere e volere (per alterazione psichica dovuta a malattia mentale o a ingestione di sostanze psicoattive). La polemica infuria su un delitto particolarmente efferato: nel 2017, Kobili Trahoré picchiò a morte e scaraventò dalla finestra una inerme direttrice di asilo in pensione, Sarah Halimi, sua vicina di casa ebrea, al grido di Allah u Akbar. Kobili Trahoré, è stato però ritenuto dalla giustizia francese non imputabile perché affetto da «psicosi delirante acuta» dovuta all’assunzione di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi