closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Immagine e medium

Teoria . Estratto dalla relazione d’apertura del convegno “Geophilosophy of cinema” (Buenos Aires, 10-13 giugno 2015)

Ejzenstein al montaggio

Ejzenstein al montaggio

Jean-Luc Godard nelle Histoire(s) du cinema tiene conto di una prospettiva “geografica” quando prende in considerazione il cinema dell’immediato secondo dopoguerra. Godard assegna al cinema italiano, e al neorealismo, un ruolo preminente, d’eccezione rispetto al resto del cinema mondiale: “I russi hanno fatto film di martiri, gli americani hanno fatto film pubblicitari. Gli inglesi hanno fatto quello che sempre fanno nel cinema: niente. La Germania non aveva cinema, non aveva più cinema. E i francesi hanno fatto Solo una notte […]. Invece con Roma città aperta l’Italia si è semplicemente riguadagnata il diritto per una nazione di guardarsi in faccia....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.