closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Ilva, «la nuova società in tre mesi»

Sviluppo economico. La ministra Guidi incontra i sindacati e promette tempi stretti. Per Landini (Fiom) il decreto varato dal cdm «è un punto da cui partire per evitare una svendita o una perdita strategica»

L'Ilva di Taranto

L'Ilva di Taranto

È durato poco meno di due ore l’incontro tra la ministra dello Sviluppo Economico Federica Guidi e i rappresentanti nazionali di Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil e Ugl, durante il quale sono state illustrate le linee guida dell’ultimo decreto sull’Ilva varato dal Consiglio dei Ministri alla vigilia di Natale. All’incontro ha presenziato anche l’attuale commissario Ilva Piero Gnudi. La ministra Guidi, si legge nel report di palazzo Piacentini, ha esposto «le opportunità che il Governo ha tenuto in considerazione nell’intraprendere il percorso che porterà l’Ilva verso l’amministrazione straordinaria» e i passaggi significativi che prevedono, in particolare, «l’affitto del ramo d’azienda ad un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.