closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Ilinx – don’t stop the dance», vertigine di un movimento inarrestabile

Biennale Danza. Il lavoro di Simona Bertozzi riprende e elabora uno studio del 2008 dedicato alle quattro categorie del gioco teorizzate dall’antropologo francese Roger Caillois

Una luce fucsia avvolge la Sala d’Armi all’Arsenale di Venezia per il debutto al 13° Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di ILINX - don’t stop the dance di e con Simona Bertozzi. Torniamo sul Festival soprattutto per lei, ospite anche con la sua compagnia di un estratto dal significativo progetto Prometeo nella sezione spettacoli all'aperto. «ILINX»- don't stop the dance merita per tante ragioni: il nesso non fumoso, coreograficamente sviluppato tra fonte d’ispirazione e realizzazione; la scrittura e la qualità del movimento; l'attenzione al rapporto dinamico con lo spazio e con il suono - musica e voce. Il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.