closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Il Tevere prigioniero dei muraglioni

Divano. La rubrica a cura di Alberto Olivetti

Il 20 settembre del 1870, guidati dal generale Raffaele Cadorna, i bersaglieri entrano dalla breccia di Porta Pia in Roma. Tre mesi dopo, il 28 dicembre una piena del Tevere inonda la città. Stralcio da un resoconto giornalistico la descrizione di alcuni luoghi quali si presentavano nelle prime ore del pomeriggio di quel giorno: «il Ghetto è interamente coperto dalle acque fino al terzo piano delle case (…) A Ponte Sant’Angelo le onde erano per sorpassare il livello del ponte istesso (…) A piazza Navona, verso palazzo Braschi, la piena arrivava a due uomini di acqua. I viveri si somministrano,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi