closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il sindaco di Stazzema: «Ho scritto a Draghi, Durigon non può restare»

Intervista. Il primo cittadino del paese martire del nazifascismo: «Lasciarlo al suo posto significherebbe mandare un segnale sbagliato ai giovani»

Il sindaco di Stazzema Maurizio Verona

Il sindaco di Stazzema Maurizio Verona

«Ho scritto al presidente Draghi per chiedergli di rimuovere il sottosegretario all’Economia Claudio Durigon. La sua permanenza al governo contrasta con il messaggio che dai luoghi degli eccidi della guerra cerchiamo da anni di mandare ai giovani: il fascismo è un’ideologia criminale, non un movimento culturale». Maurizio Verona, sindaco di Stazzema (Lucca), ha celebrato proprio ieri mattina il 77esimo anniversario dell’eccidio nazifascista del 12 agosto 1944: 560 vittime civili tra cui molti bambini. Perché si è rivolto direttamente al premier? Lasciare al governo una persona che propone di modificare l’intitolazione di un parco che porta i nomi di due martiri...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.