closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il rapper Luaty Beirão agli arresti domiciliari

Angola. Dopo sei mesi di carcere preventivo per «insurrezione» potrà aspettare a casa la prima udienza del processo. E intanto scoppia la polemica per la partecipazione della rapper statunitense Nicki Minaj al concerto di natale della Unitel, controllata dalla potentissima figlia del presidente Dos Santos

Luaty Beirão gioca con la bandiera angolana

Luaty Beirão gioca con la bandiera angolana

Dopo sei mesi in cella senza processo, con tanto di lungo sciopero della fame che lo ha ridotto quasi in fin di vita, il rapper e attivista lusoangolano Luaty Beirão (nella foto) si trova da un paio di giorni agli arresti domiciliari. Non proprio un regalo di Natale, ma l'effetto della nuova «Legge sulle misure cautelari durante il processo penale», entrata in vigore il 18 dicembre. Il provvedimento di un giudice di Luanda riguarda Beirão e altre 15 persone arrestate con lui. Tutti con l’accusa di aver complottato per rovesciare il presidente Dos Santos e instaurare un governo di «Salvezza...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi