closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il programma di Draghi, applausi ai titoli

Le consultazioni. Il presidente incaricato illustra gli obiettivi del suo governo. Tanta Europa, scuola a giugno, cantieri pubblici e vaccini come in Inghilterra. Tre riforme: pubblica amministrazione, giustizia civile e fisco, ma senza dire in che direzione

Draghi al tavolo delle consultazioni, nella foto con Tabacci del Centro democratico

Draghi al tavolo delle consultazioni, nella foto con Tabacci del Centro democratico

Il programma minimo batte il programma massimo malgrado Mario Draghi non giochi a poker con le delegazioni che, velocissime, gli sfilano davanti nel secondo giro di consultazioni. Le carte del presidente incaricato sono scoperte e per tutti recita i punti del programma che intende presentare in parlamento. Non c’è dentro ogni cosa, solo sei dossier e tre titoli. Peraltro assai poco declinati nei dettagli: ieri nessuno gli ha chiesto di farlo e tutti gli hanno assicurato sostegno senza troppo chiedere. Tanto quello che c’è in agenda basta e avanza per la fine della legislatura. Di certo il presidente incaricato non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi