closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il primo, tardivo, segnale di politica estera pacifista

Governo, Renzi e i Saud. Si dirà, ora, che è solo un espediente - che lo stop alla vendita di missili e bombe al regime saudita non è altro che un modo per colpire la baldanza con cui Matteo Renzi è rientrato da Riad a dettare condizioni per la formazione dell’esecutivo nostrano, dopo aver vestito i panni di un imbarazzante Machiavelli che incensa il giovane Principe avvolto nei fasti dei Saud

Serie di attacchi aerei sauditi sulla capitale Sanaa, Yemen

Serie di attacchi aerei sauditi sulla capitale Sanaa, Yemen

Si dirà, ora, che è solo un espediente - che lo stop alla vendita di missili e bombe al regime saudita non è altro che un modo per colpire la baldanza con cui Matteo Renzi è rientrato da Riad a dettare condizioni per la formazione dell’esecutivo nostrano, dopo aver vestito i panni di un imbarazzante Machiavelli che incensa il giovane Principe avvolto nei fasti dei Saud. Eppure la campagna per fermare le bombe prodotte in Sardegna che i sauditi da anni scaricano sulla popolazione dello Yemen a perpetuare un’immane tragedia umanitaria nel paese più povero al mondo ha radici profonde...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi