closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il pericolo di una deriva jihadista

Analisi. La scelta sconcertante, nel contenuto e nei tempi, della scarcerazione dell’ex dittatore Mubarak

La protesta dei fratelli musulmani

La protesta dei fratelli musulmani

Dopo il colpo di stato, il colpo di spugna. L’immagine contrapposta di Hosni Mubarak libero e Mohamed Morsi in carcere, è la fotografia delle contraddizioni dell’Egitto di oggi. In mezzo, il generale al-Sisi: ministro della difesa ma, ora, presidente di fatto, colui che ha in mano le chiavi del potere. E della repressione. Nella carcerazione di Morsi, primo presidente eletto della storia egiziana, e nella contemporanea liberazione dell’ex presidente-dittatore Mubarak, c’è molto di più di una scelta sconcertante, nel contenuto e nei tempi. C’è una delle ragioni di quanto sta succedendo. Tutto è cominciato con piazza Tahrir. Un movimento di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.