closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Il passo sospeso dell’Europa

Festival del cinema Europeo. Incontro con Agnieszka Holland a cui il festival ha dedicato una perosnale e il premio Ulivo d'oro, riflessioni politiche sulla difficile e oscura attualità

Agnieszka Holland

Agnieszka Holland

Una edizione, quella del Festival del cinema europeo di Lecce (3-8 aprile) che ha riservato parecchi spunti legati alla riflessione politica, soprattutto per le personali dei maestri del cinema: riferimenti tanto più eloquenti nel silenzio imposto da Ozpetek sull’attuale situazione in Turchia, arrivato al festival a presentare Nuri Bilge Ceylan (e la sua non è certo estetica muta), e inoltre i racconti di un’epoca lontana fatti da Francesco Maselli con rinnovata energia, accolti con nteresse anche dal pubblico più giovane incantato dal bianco e nero degli Indifferenti. Lavoro politico sul campo lo ha fatto Luciana Castellina, accolta in Salento con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi